L'idea del libro

La storia di Patrizio è stato lo spunto per la scrittura di un libro illustrato per bambini.
L’idea è quella di creare uno strumento che possa diventare il punto di partenza per una discussione tra genitori e figli, o tra insegnanti ed alunni, sul tema della disabilità o della diversità in generale.
C'è bisogno di più libri che rappresentino la diversità attraverso i loro personaggi, c'è bisogno di accendere l'immaginazione dei bambini con storie che guardano alla disabilità dal loro punto di vista.
 

astronauta_3.jpg
 

La storia

Half-width-img_uccelli.jpg

Pat è un bambino che dopo pochi mesi di vita, quando tutti si aspettano che inizi a gattonare, inizia improvvisamente a volare. Ma il suo volo non è il classico volo delle storie di supereroi, è piuttosto un fluttuare incerto, un ondeggiare goffo, come se la forza di gravità su di lui non funzionasse.

I genitori di Pat si preoccupano, non sanno come affrontare il problema; dopo averlo fatto visitare da tutti i dottori del paese e non aver trovato una soluzione, decidono di portarlo in una Scuola di Volo per Bambini Volanti. Lì Pat riceve in regalo un Manuale di Volo, che altro non è che una collezione di aneddoti e consigli per Bambini Volanti e per le loro famiglie.

"Tenere sassi nelle tasche per rimanere a terra", "Nascondersi sull’armadio per non lavarsi i denti", "Farsi accompagnare a casa dagli uccelli del vicinato quando si è persa la strada di casa". Tutte situazioni totalmente surreali, ma che hanno qualcosa a che fare con l’approccio quotidiano alla disabilità, soprattutto quando si parla della disabilità di un bambino.